Vodafone ha annunciato che, a partire dal mese di novembre 2020, ci sarà una graduale dimissione del servizio 3G in tutta Italia. Il programma dello spegnimento del 3G permetterà a Vodafone di rafforzare la propria offerta 4G e, nel tempo, dedicare più risorse alla nuova tecnologia 5G. La dismissione del 3G sarà completata entro la fine del gennaio 2021.

Non verrà, invece, toccato il 2G, quella tecnologia che permette di navigare, molto lentamente rispetto a quanto siamo ormai abituati, nelle aree in cui la copertura non è ottimale. Non cambia nulla anche per le chiamate.

I possessori di telefoni di vecchia generazione, non dotati di 4G, potrebbero quindi avere problemi nella ricezione fuori casa di internet.

Gli effetti della dismissione del 3G si avranno anche su Ho. Mobile, la compagnia low cost di Vodafone.

Questo il comunicato dell’azienda:

Con l’obiettivo di continuare a migliorare la qualità, l’efficienza e la sostenibilità della GigaNetwork, Vodafone intende potenziare la rete 4G attraverso una progressiva riduzione delle risorse di rete su tecnologia 3G a partire dal mese di novembre 2020, fino a completarne la dismissione entro il 31 gennaio 2021.
Vodafone realizza continui investimenti nell’evoluzione della GigaNetwork, la nuova generazione di rete che integra tutte le più avanzate tecnologie per rispondere all’accresciuta domanda di qualità e quantità di dati, utilizzando lo spettro disponibile nel modo più efficiente possibile, allocandolo sulle tecnologie di nuova generazione.

Per tutti i dispositivi e servizi in 2G e 4G la continuità di servizio sarà garantita senza nessun impatto rispetto alla situazione attuale. I dispositivi connessi attraverso tecnologia 3G e quindi non abilitati al 4G potranno continuare ad effettuare chiamate e inviare SMS, ma potrebbero riscontrare dei rallentamenti della navigazione Internet. Vodafone mette a disposizione delle offerte speciali dedicate a tutti i clienti che intendono sostituire i propri telefoni non ancora abilitati al 4G o che non permettono di navigare su Internet durante le chiamate. Inoltre, i clienti in possesso di una SIM con una capacità inferiore a 128k potranno richiedere la sostituzione gratuita della stessa presso i negozi Vodafone o attraverso il proprio agente commerciale di riferimento.
I clienti che risultano in possesso di un telefono non ancora abilitato al 4G (o che non consente di navigare alla velocità del 4G durante le chiamate) o una SIM con capacità inferiore a 128k riceveranno una comunicazione personale a partire dal 30 settembre 2020 con maggiori informazioni.

Scegli la Fibra di Vodafone! Tutto incluso a soli 29,90 euro/mese.
Per te anche 100 euro di buono spesa!