Su WhatsApp arrivano i pagamenti digitali. Ad annunciarlo è Mark Zuckerberg su Facebook: “”Stiamo rendendo l’invio e la ricezione di denaro facile come condividere le foto, stiamo anche consentendo alle piccole imprese di effettuare vendite direttamente all’interno di WhatsApp“.

Le persone saranno in grado di inviare denaro in modo sicuro o effettuare un acquisto da un’azienda locale senza uscire dalla chat – spiega la società sul suo blog -. Ora, oltre a visualizzare il catalogo di un negozio, i clienti potranno anche inviare pagamenti per i prodotti“.

Al centro della tecnologia di pagamento c’è la sicurezza. Per impedire transazioni non autorizzate, WhatsApp richiede un pin speciale oppure l’impronta digitale (o Face ID).

Al momento WhatsApp Pay accetta le carte di credito e di debito appartenenti ai circuiti Visa e MasterCard. In futuro, fa sapere la società, potranno essere accolti nuovi partner.

L’invio di denaro su WhatsApp è gratuito per gli utenti, mentre per le aziende è previsto una piccola commissione sul pagamento. La vera forza di WhatsApp Pay sta proprio nella semplicità: un pagamento si effettua come mandare un messaggio.

Al momento la sperimentazione di WhatsApp Pay è stata avviata solo in Brasile. Nei prossimi mesi possono essere avviate sperimentazioni in altre parti del mondo.

- Pubblicità -