Foto: Twitter Formula 1

Penultimo appuntamento in Sakhir del mondiale di Formula 1. A campionato già assegnato, Hamilton, positivo al COVID, lascia il volante della Mercedes a George Russell. Una gara emozionante, ricca di colpi di scena.

La gara

Succede di tutto in partenza. Russel ha un ottimo spunto, riuscendo a conquistare la prima posizione. Mischia dietro di lui tra Bottas, Verstappen, Perez e Leclerc. Il pilota Racing Point fa la sua traiettoria, venendo colpito da un Leclerc abbastanza ottimista. Di conseguenza testacoda di Perez, Verstappen per evitare la Racing Point va dritto, non riuscendo più a controllare la vettura. A muro anche Leclerc. La gara, dopo un solo giro perde due dei più attesi protagonisti del weekend. Safety Car chiamata in pista.

In ripartenza dalla Safety Car Bottas si fa sorprendere da Sainz, che però va lungo alla prima curva e riconsegna la posizione al pilota Mercedes. Nel proseguire della gara scappano i due Mercedes, con Russell che riesce a mantenere un distacco fisso superiore ai due secondi da Bottas.

La conformazione del circuito regala molti sorpassi in mezzo al gruppo. Dopo l’incidente iniziale guadagna posizioni Perez che, complice anche il valzer dei pit-stop riesce a raggiungere la quinta posizione. Al giro 57 Sainz e Ricciardo perdono posizioni importanti, rispettivamente la terza e la quarta, a causa di un errore di strategia: vengono richiamati al box mentre il regime di Virtual Safety Car, messo in seguito ad un problema tecnico alla Williams di Latifi, viene rimosso.

Al giro 63 arriva il colpo di scena. In seguito ad un incidente di Aitken, che perde l’ala anteriore, la Safety Car entra in pista e la Mercedes combina un pasticcio. Sbagliano gomme su Russel, costretto ad un altro pit stop un giro dopo, perdono tantissimo tempo con Bottas, non cambiandogli neanche le gomme, e rovinano così la gara ai due Mercedes. I due piloti delle frecce d’argento rientrano in pista Bottas in quarta posizione, Russell in quinta posizione, perdendo così la testa della gara. Passa incredibilmente in prima posizione Perez, seguito da Ocon e Stroll.

Al rientro della Safety Car Russell compie un super sorpasso su Bottas, conquistando la quarta posizione e mettendo nel mirino il podio. Un giro dopo l’inglese conquista anche la terza posizione, superando in curva 1 Stroll. Al giro 73, seconda posizione conquistata da Russell, questa volta ai danni di Ocon. Ripartenza da incubo, invece, per Bottas, che complice l’errore al box si vede passare anche da Sainz e Kvyat. Al giro 79 altro colpo di scena. Russell buca e, costretto al quarto pit-stop, rientra in quindicesima posizione.

La gara termina con la vittoria di Perez, seguito da Ocon e Stroll. Indietro i piloti Mercedes, con Bottas ottavo e Russell nono. Vettel in dodicesima posizione.