Daniel Ricciardo © Fonte: Formula1.com

Piloti

Hamilton 7: in partenza si fa sorprendere da Verstappen. Fortunato ad approfittare della Virtual Safety Car per arrivare in prima posizione sotto la bandiera a scacchi.

Bottas 7: parte bene riuscendo a mantenere la testa della classifica, ingenuo l’errore al 42° giro che ha spalancato la porta Verstappen.

Ricciardo 8: bene fin da inizio gara, sfrutta la Safety Car per portare il podio nonostante il pericolo Kvyat sul finale.

Kvyat 8: bellissima gara, soprattutto sul finale. Per poco non si prendeva il podio.

Leclerc 7: realizza un ottimo sorpasso su Magnussen alcuni giri dopo il pit-stop, sul finale di gara penalizzato dalla mescola differente in ripartenza dalla Safety Car.

Perez 7: ottima gara di Perez, penalizzato dalle scelte del team.

Sainz 6: fa bene in qualifica guadagnandosi il Q3, in gara riesce a stare nei primi dieci.

Norris 6: regala qualche emozione con qualche sorpasso, sempre bravo e leale nei duelli.

Raikkonen 7: tiene le gomme di partenza per ben 49 giri riuscendo a salire bene in classifica.

Giovinazzi 6: malissimo nelle qualifiche, si tira un po’ su in gara chiudendo a in zona punti.

Latifi 5: non ha fatto nulla di eccezionale, finisce a ridosso della zona punti grazie, anche, ai tanti ritiri.

Vettel 7: grande gara rovinata da un bruttissimo pit-stop.

Stroll 4: bruttissimo weekend per lui, chiude terzultimo.

Grosjean 5: chiude in penultima posizione, potendo fare di più in ripartenza.

Albon 5: perde la macchina in ripartenza dalla Safety Car pregiudicando una buona gara. Difficile anche la sua permanenza in Red Bull il prossimo anno.

Ocon, Gasly, Magnussen, Verstappen, Russel: senza voto/ritirati.

Costruttori

Mercedes 8: vincono il titolo costruttori con diverse gare d’anticipo, si confermano ancora una volta dominanti dell’era ibrida.

Red Bull 7: hanno lavorato bene durante tutto il weekend. La vera magia la fanno in qualifica, sistemando la macchina di Verstappen in tempi record.

Ferrari 4: rovinano la gara a Vettel con 13 secondi persi al pit-stop. Troppi, si doveva fare meglio.

Renault 7: fanno un’ottima gara e, grazie ad un’ottima strategia, riescono a guadagnare il podio.

McLaren 6: buon weekend.

Racing Point 5: penalizzano, con una strategia inspiegabile, Perez. Male il weekend del pupillo Stroll.

AlphaTauri 8: la vicinanza a Faenza rende entrambe le vetture veloci. Bene la qualifica, ripetuta con un’ottimo posizionamento in gara.

Alfa Romeo 7: guadagnano con entrambe le vetture la zona punti.

HAAS 5: sono sempre nelle ultime posizioni.

Williams 5: non fosse uscito Russel, avrebbero potuto guadagnare qualche punto.

Altri contenuti