HomeSportMotoriF1, al Mugello gara pazza. Tanti incidenti e tre partenze

F1, al Mugello gara pazza. Tanti incidenti e tre partenze

Pubblicato il:

- Pubblicità -

Pronti, via! Neanche un giro in pieno ed è subito il momento della Safety Car di rosso verniciata in occasione del 1000° GP della Ferrari.

Ottima partenza di Bottas che riesce a sopravanzare Hamilton che slitta allo stacco. Bene anche Leclerc che riesce a trovare la quarta posizione. Bastano due curve, però, per vedere il primo, grosso, incidente di gara che vede coinvolti molti piloti, tra cui Gasly e Verstappen costretti al ritiro.

Tolte le vetture incidentate, ecco il nuovo colpo di scena. Al termine della Safety Car un nuovo botto sul traguardo vede coinvolti Latifi, Giovinazzi, Magnussen e Sainz. Tutti i piloti illesi nonostante le vetture disintegrate. I tanti detriti costringono la direzione gara a esporre bandiera rossa dopo due giri di Safety Car.

Come accaduto a Monza, la Federazione decide per la ripartenza dalla griglia di partenza.

Nella ripartenza parte meglio Hamilton, riuscendo a sopravanzare il compagno di squadra. Leclerc mantiene la terza posizione con una Racing Point agguerrita alle spalle. Servono pochi giri a Stroll per superare la Rossa. Da quel momento calo inspiegabile delle prestazioni Ferrari. Leclerc vede passare anche Ricciardo, Albon e Perez. Al pit-stop montate le gomme dure a Leclerc, che deve ricostruire la sua gara dal fondo della classifica. Al giro 43 botto di Stroll che richiama in causa la Safety Car prima e la bandiera rossa dopo.

Nella ripartenza parte bene Daniel Ricciardo che sopravanza Bottas e conquista la seconda posizione. Male le Ferrari che si ritrovano nelle ultime posizioni. Dopo un giro Bottas si riprende la seconda posizione e caccia Hamilton in testa alla gara. Al giro 50 Leclerc riesce a prendere e superare Grosjean, conquistando la nona posizione. Un giro dopo il pilota della Haas si vede sorpassare anche da Vettel.

Ultimi giri incandescenti, con Hamilton che guida la gara con Bottas e Albon alle calcagna A sorprendere maggiormente è proprio il pilota della Red Bull che negli ultimi giri ha trovato una buona velocità senza, però, riuscire a impensierire veramente Bottas. Dietro, la Williams di Russel ha provato a impensierire Vettel, senza riuscirci.

Sotto la bandiera a scacchi passano, in ordine:

  1. Hamilton
  2. Bottas
  3. Albon
  4. Ricciardo
  5. Perez
  6. Norris
  7. Kvyat
  8. Leclerc
  9. Raikkonen
  10. Vettel
  11. Russel
  12. Grosjean

Ultimi articoli

Sky Sport, ultimo weekend di maggio all’insegna dei motori con F1, MotoGP e IndyCar

Sui canali Sky Sport un super weekend di motori con Formula 1, MotoGP e IndyCar. Da giovedì si torna in pista

Su Sky Uno torna Cucine da incubo con Antonino Cannavacciuolo

Lo chef torna al servizio di ristoranti in crisi: tutta la sua esperienza e le sue capacità imprenditoriali per il make over di strutture sopraffatte dall’incuria

Eurosport su DAZN, si amplia l’offerta con 6 nuovi canali

Si arricchisce l'offerta Eurosport su DAZN con 6 nuovi canali attivi 24/24 con oltre 700 ore di live aggiuntivi

La Formula 1 fa tappa ad Imola! La programmazione Sky Sport

La Formula 1 arriva in Italia con il GP ad Imola. Su Sky Sport una programmazione dedicata all'evento italiano

altri articoli

Sky Sport, ultimo weekend di maggio all’insegna dei motori con F1, MotoGP e IndyCar

Sui canali Sky Sport un super weekend di motori con Formula 1, MotoGP e IndyCar. Da giovedì si torna in pista

La Formula 1 fa tappa ad Imola! La programmazione Sky Sport

La Formula 1 arriva in Italia con il GP ad Imola. Su Sky Sport una programmazione dedicata all'evento italiano

Sky Sport, Senna Day il primo maggio e super weekend di motori

Sky Sport ripercorre la vita del campione di Formula 1 Ayrton Senna a 30 anni dalla sua scomparsa, in attesa di un weekend ricco di motori