Charles Leclerc a Monza © Instagram: Leclerc

I piloti

Hamilton 10: in partenza si fa sorprendere dalla pioggia perdendo delle posizioni. Le recupera, sorpassa il suo compagno di squadra e lo annienta mettendo un distacco totale che supera i 20″. Ah, guadagna anche il giro veloce sul finale di gara. LEGGENDA.

Bottas 6: parte tutto sommato bene, ma non riesce a tenere il passo del compagno di squadra. Inutile la richiesta alla squadra di una strategia diversa, sarebbe stato un disastro se l’avessero ascoltato.

Verstappen 8: ce la mette tutta per restare dietro alle Mercedes, porta a casa un’ottima terza posizione.

Leclerc 8: buon weekend per il monegasco. Ottima quarta posizione.

Gasly 8: questo ragazzo è cresciuto molto, sorprende il fatto che Red Bull non lo stia valutando minimamente per il posto di Albon.

Sainz 7: fa bene, soprattutto in partenza, arrivando fino in testa. Appena le Mercedes riprendono il filo, non c’è storia. Tutto sommato una buona gara.

Perez 6: penalizzato da una strategia sbagliato, si muove male nel duello con Gasly.

Ocon 6: gestisce ottimamente le gomme con cui è partito, una volta montate le soft si è spento.

Ricciardo 6: come il compagno di squadra, dopo il cambio gomme si è spento.

Vettel 6: con fatica riesce a posizionarsi a punti. Sei solo per la brutta qualifica di ieri

Raikkonen 8: partenza a razzo con dieci posizioni guadagnate in poco più di due giri. Nel corso della gara è carico e regala sorpassi.

Albon 4: impietoso il confronto con il compagno di squadra. La sua vettura sembra essere da un’altra parte.

Norris 7: penalizzato da un banalissimo errore di Stroll si trova fuori dalla zona punti.

Russel 6: fa la sua gara, battagliando e sorpassando senza problemi quando necessario.

Giovinazzi 5: vedendo il risultato del compagno di squadra, avrebbe potuto fare meglio.

Magnussen 5: prova una partenza diversa dagli altri con le gomme dure, ma questo non gli porta alcun vantaggio.

Grosjean 5: fatica a fare bene, probabilmente ha mollato dopo la comunicazione della sostituzione del suo sedile.

Latifi 4: anonimo.

Kvyat 4: fatica con la sua vettura.

Stroll 3: ne combina una più del diavolo. Si becca due penalità da 5 secondi ciascuna, una delle quali in seguito all’incidente con Norris.

I team

Mercedes 9: si confermano, al momento, imbattibili.

Red Bull 8: sono la seconda forza del campionato ed oggi hanno dimostrato, ancora una volta, che riescono ad andare molto veloci.

Ferrari 7: si nota l’impegno che gli uomini di Maranello stanno mettendo per cercare di risollevare una stagione pesantemente negativa.

Alpha Tauri 8: la squadra di Faenza va bene. Con il milanese adottato Gasly portano a casa un’ottima posizione in classifica.

McLaren 7: poteva andare meglio se Norris non avesse avuto problemi con Stroll.

Racing Point 5: sprecano un’ottima gara di Perez con una strategia sbagliata, soprattutto nel finale.

Renault 5: prima parte di gara buona, dopo il cambio gomme inspiegabile declino.

Alfa Romeo 6: riescono a fare bene in mezzo al gruppo.

Williams 5: aninime, a parte qualche buon sorpasso del buon Russel.

Haas 4: spesso in fondo alla griglia.