Formula 1, ipotesi scambio data tra GP Cina e GP Russia per Coronavirus

Charles Leclerc a Monza © Instagram: Leclerc

Il Coronavirus spaventa la Formula 1. A poco più di un mese all’inizio del nuovo campionato mondiale di Formula 1, ancora in bilico il GP della Cina, Paese colpito da una epidemia di Coronavirus. Dopo aver annullato il GP in Cina del campionato di Formula E, la FIA sta valutando l’ipotesi di annullare anche quello di Formula 1, anche se, per il momento, resta solo un pensiero lontano. Per questo, gli organizzatori cinesi starebbero pensando ad uno scambio di date: la corsa di Shanghai il 27 settembre e la gara a Sochi (Russia) il 19 aprile.

Con questo intervento non solo si limiterebbe il rischio di contagio per tutti i lavoratori nel Circus, ma si farebbe un grosso favore alle squadre dal punto di vista logistico: il GP in Cina il 27 settembre andrebbe ad interporsi tra una serie di gare prima a Singapore, poi in Giappone.

Ad ora, però, gli organizzatori russi fanno sapere di non aver avuto alcun contatto con gli organizzatori cinesi in merito allo scambio di date. Probabilmente, su questo caso, interverrà la FIA che, in tempi brevi, dovrà trovare una soluzione al problema.

Nel frattempo le squadre continuano la loro preparazione verso il GP in Australia.