Ogni domenica la stessa storia. Anche in Germania, al Nürburgring Hamilton, con la Mercedes, davanti a tutti. Seconda posizione per Verstappen, mentre sul terzo gradino del podio un tiratissimo Ricciardo.

La griglia di partenza vede una Rossa, quella di Leclerc, in quarta posizione. Il monegasco parte bene, ma la macchina dura poco e, dopo qualche giro, Leclerc si vede superare da alcuni piloti. Inizia così un’ottima rimonta di Daniel Ricciardo che, complice anche l’uscita di scena di Bottas per un problema al motore, riesce a stare sul podio.

Tanti i ritiri nel corso della gara, molti di questi per problemi di affidabilità. Proprio in seguito ad un problema di affidabilità accusato da Norris, viene chiamata in pista la Safety Car, a circa 15 giri dalla fine. Nella ripartenza Hamilton riesce a tenere la testa della classifica, davanti a Verstappen e Ricciardo. Perez si deve accontentare del quarto posto, davanti a Sainz e Gasly. Settima posizione per Leclerc che riesce a contenere i “danni” causati da una vettura sicuramente non all’altezza. Undicesimo Vettel, dietro all’italiano Giovinazzi che termina la gara a punti.

Con la vittoria di oggi Lewis Hamilton eguaglia il record di vittorie, in totale 91, fino ad ora attribuito solo a Michael Schumacher.