SPIELBERG, AUSTRIA - JULY 11: Lewis Hamilton of Great Britain driving the (44) Mercedes AMG Petronas F1 Team Mercedes W11 on track during qualifying for the Formula One Grand Prix of Styria at Red Bull Ring on July 11, 2020 in Spielberg, Austria. (Photo by Clive Mason - Formula 1/Formula 1 via Getty Images)

Termina con la vittoria di Lewis Hamilton una delle più belle gare di questa stagione. Una gara incerta fino alla fine con tante sorprese e molti errori. Pilota inglese che, grazie alla vittoria di oggi, conquista il titolo mondiale della classifica piloti.

Partenza difficile con pista bagnata e super scivolosa. Partono bene Stroll e Perez che conquistano la prima e la seconda posizione della classifica. Bene anche Vettel che riesce a recuperare fino alla quarta posizione. Bloccato Verstappen che si vede sopravanzare da un gruppo di piloti, parte cauto anche Leclerc che perde qualche posizione. Durante il primo giro un lungo di Hamilton lo fa retrocedere fino alla sesta posizione, mentre un testacoda di Bottas lo porta in quartultima posizione.

Al 7° giro Charles Leclerc prova la magia montando le gomme Intermedie mentre il resto del gruppo, esclusi Russel e Latifi, monta le Full Wet. Al 9° giro cambio gomme anche per Sebastian Vettel e Lewis Hamilton. In pochi giri anche il resto dei piloti hanno optato per la gomma Intermedia, cambiando la storia della gara. Con il cambio gomme cambiano anche gli equilibri della gara con Hamilton e Leclerc i più veloci in pista.

Al 16° giro Albon conquista la quarta posizione ai danni di Vettel, mentre Perez e Verstappen sono appaiati. Nel corso dei giri Leclerc ha recuperato parecchie posizioni arrivando in zona punti e stampando i migliori tempi sul giro di tutto il gruppo. Al 19° giro un azzardo di Verstappen lo fa andare in testacoda, spiattellando le gomme e costringendolo al pit stop. Guadagnano così una posizione Albon, Vettel, Hamilton, Ricciardo e Sainz, con il pilota olandese della Red Bull che esce poco prima di Leclerc. Al 30° giro i commissari di gara autorizzano l’utilizzo del DRS e Charles Leclerc viene chiamato al box per il secondo pit stop. Per lui sempre gomme Intermedie. Grazie alla strategia il monegasco riesce a guadagnare una posizione su Ricciardo e una su Sainz. Cambio gomme anche per Vettel, mentre Albon si gira e perde posizioni.

Al 37° giro Hamilton prende la testa della gara superando Perez momentaneo leader dopo il pit stop del compagno di squadra. Tre giri dopo Vettel attacca Stroll e contemporaneamente Leclerc attacca Albon. Il pilota della Racing Point commette un errore e così anche Leclerc guadagna una posizione. Un giro dopo Albon sorpassa Stroll e Leclerc sopravanza Vettel. Al 44° giro Charles Leclerc guadagna la posizione su Verstappen, raggiungendo così il podio. L’olandese va ai box e così anche Vettel guadagna la posizione su di lui.

All’ultimo giro succede di tutto per la seconda posizione. Perez commette un errore, Leclerc lo sorpassa, ma subisce il contro sorpasso in seguito ad un errore del monegasco che, a quel punto, perde la seconda posizione e anche quella su Vettel.

Sotto la bandiera a scacchi Hamilton porta a casa vittoria e titolo mondiale. Al secondo posto uno straordinario Perez, seguito dai due Ferrari Vettel e Leclerc.