La lunga storia riguardante i diritti tv di Serie A sta per arrivare al termine. Entro le 11 di domani dovranno pervenire alla Lega le offerte per i tre pacchetti più gli eventuali opzionali. Prevista alle 12 l’apertura delle buste per conoscere le offerte.

Discussione Mediapro-Lega

Ieri il Tribunale di Milano ha rigettato il ricorso alla vittoria di Sky sul blocco del bando pubblicato da Mediapro. La stessa società ha così accusato la Lega Serie A di aver commercializzato “un prodotto non conforme a quanto poteva fare dalle regole vigenti “. Dura la risposta del massimo campionato italiano: “La Lega Serie A, con riferimento alle dichiarazioni di Mediapro apparse sulle agenzie di stampa, ricorda che le competenti Autorità hanno sempre confermato la piena correttezza della procedura di commercializzazione dei diritti posta in essere dalla Lega Serie A e la totale conformità alla legge della licenza offerta al mercato. La Lega si riserva di agire in ogni sede competente a tutela delle proprie ragioni e della propria immagine “. Le dichiarazioni degli spagnoli potrebbero costare caro. Qualora la Lega decidesse di andare per vie legali, Mediapro non potrebbe partecipare alle trattative private, avendo esso un contenzioso in corso con la Lega Serie A.

Il punto della situazione

Sono sei i soggetti in gara, ma solo quattro sembrano essere quelli con maggiori possibilità di acquisto. Sky punta ad avere più esclusive di tutti, non è un caso che la pay tv satellitare ha sempre invocato la vendita per prodotto, promettendo un grosso investimento da parte propria. L’unica a poter innescare una lotta con la pay tv satellitare sembra essere Mediapro, pronta ad offrire cifre importanti. La società spagnola però, dopo i piccoli screzi avuti nei mesi precedenti, potrebbe non essere ben vista in Lega. Per quanto riguarda il pacchetto più “economico” potrebbe innescarsi una lotta MediasetPerform. La società del Biscione potrebbe essere spinta da Sky all’acquisto del pacchetto 7, così da avere tutta la Serie A ampliando l’accordo siglato qualche mese fa. Qualora fosse Perform ad avere la meglio, l’Italia vedrebbe l’arrivo di DAZN. La piattaforma web ha un accordo con Sky in Germania, questo ci porta a pensare che possa essere raggiunto un accordo anche in Italia.

Caos highlights in chiaro

Proprio Perform aveva chiesto alla Lega un orario di “esclusiva” sugli highlights dei match. Per questo la decisione dei club ha disposto che le sintesi dei match possano essere trasmesse in tv a partire dalle 22 di domenica e non prima, a differenza del web dove possono essere trasmesse a partire da 3 ore successive al match. Subito dopo la comunicazione della decisione, la Serie A è stata bersagliata dalle critiche, proprio per questo si aspetterà l’esito delle trattative private per valutare se mantenere la decisione o modificarla. Infatti, qualora Perform acquisisse uno dei pacchetti, la Lega sarebbe pronta a modificare l’orario di messa in onda delle sintesi, andando incontro a quanto voluto dalla Rai.

- Pubblicità -