Diritti tv, Roures: “Mediapro pronta al canale per la Serie A”

Mediapro Tatxo Benet e Jaume Roures

L’avevamo detto qualche giorno fa e oggi arriva la conferma, la battaglia per i diritti televisivi non è ancora terminata. Oggi Jaume Roures, socio fondatore e manager di Mediapro, ha rilasciato un’intervista a Reuters: “L’accordo tra Mediaset e Sky cambia completamente il mercato. Non è un problema per Mediapro. Se la concorrenza svanisce è un problema per il mercato e potrebbe diventarlo per il calcio in Italia. Vediamo quello che succede, ma se la piattaforma di Mediaset smette di giocare un ruolo attivo sul mercato, logicamente il gioco è cambiato“.

Il numero uno degli spagnoli assicura che verrà presentata anche la fideiussione bancaria miliardaria, affermando: “È nostra intenzione farlo. Non abbiamo acquistato i diritti della Serie A con una prospettiva di corto respiro. Non siamo preoccupati del risultato dell’asta, non è trascendentale per noi. Continueremo a spingere per la soluzione del canale. Pensiamo che, vista la situazione, la Lega e i club saranno più recettivi e ci ascolteranno, anche se al momento escludono tale opzione. Riguardo l’asta, è vero che il 21 di aprile sarà il termine per presentare le offerte, ma poi avremo un periodo di 60 giorni in cui potremo condurre trattative private con gli operatori. Non è una questione che si risolverà nelle prossime settimane, abbiamo tempo fino alla metà di giugno e poi ci sono due mesi di tempo per convincere la Lega a creare il canale. Il calendario non è  molto agevole ma noi in due mesi possiamo allestirlo tranquillamente, non dico che sia semplice, ma è una parte del nostro lavoro.