Nuova grafica Serie A

Duro botta e risposta in attesa dell’Assemblea che si tiene oggi negli uffici della Lega di Serie A. Da una parte Sky, dall’altra la Lega di Serie A ed i club. Al centro della discussione, ancora, il pagamento dell’ultima rata dei diritti tv.

Maximo Ibarra, CEO di Sky Italia, ha commentato la situazione ai microfoni di ANSA nella giornata di ieri: “Ci auguriamo che l’Assemblea sia finalmente l’occasione giusta in cui i rappresentanti dei club di Serie A possano prendere in serio esame la proposta di dialogo che da settimane facciamo loro. In tutta Europa, in Germania, in Francia, in Gran Bretagna, le leghe e i broadcaster stanno affrontando insieme questa grave emergenza trovando delle soluzioni equilibrate e di interesse generale. Sky – continua Ibarra -ha proposto diverse soluzioni ma non ha ricevuto alcuna risposta. L’auspicio è che anche in Italia, come in tutta Europa, la Lega Serie A ritrovi quel suo spirito costruttivo che ha contrassegnato molti anni di collaborazione con Sky. La porta del dialogo con Sky è sempre rimasta aperta in tutte queste settimane, nel rispetto dovuto al partner storico della Serie A. Nei contatti avuti con Sky, però, abbiamo sempre ribadito come fosse necessario che, prioritariamente, Sky rispettasse le scadenze di pagamento previste dai contratti“.

Non si è fatta attendere la risposta della Lega di Serie A, che attraverso il proprio AD Luigi De Siervo, intervistato da ANSA, fa sapere: “Fin da subito abbiamo chiarito che la richiesta, formulata da Sky, di uno sconto compreso tra il 15% e il 18%, in caso di prosecuzione del campionato, evidentemente non poteva essere accettata, tanto più in un momento finanziariamente così complicato per le nostre squadreSono sicuro che domani in assemblea le squadre sapranno trovare una posizione unitaria finalizzata a garantire il rispetto dei propri diritti“.