Serie B, ripescaggi o no? I club interessati: “È un golpe”

Serie B Fonte: www.legab.it

La Serie B è nel caos totale. Dopo i saluti di Cesena, Bari e Avellino, è da qualche giorno che si cerca una decisione per quanto riguarda il prossimo campionato cadetto. Se fino a pochi giorni fa c’era la sicurezza che in Serie B ci giocassero 22 squadre, ore è tutto in bilico. Nelle ultime ore il commissario FIGC, Fabbricini, sembra sia propenso ad assecondare la richiesta di Serie B e Coni nel bloccare i ripescaggi, avviando così il campionato con 19 squadre.

Non ci stanno le squadre in ballo. Oggi Catania, Novara e Siena hanno tenuto una conferenza stampa per esporre il proprio disappunto. A parlare è stato Pietro Lo Monaco, ad del Catania: “L’ipotesi di una Serie B a 19 squadre di cui si sta dibattendo è un autentico golpe, sulla base di motivazioni che io posso solo intuire. Di fatto, lede un diritto ai club che possono beneficiarne e questo mi fa inorridire. Non oso immaginare cosa potrebbe succedere se dovesse passare una cosa del genere tutte le società interessate si tuteleranno. Noi per primi riterremo perseguibile la Figc e il commissario Fabbricini. Faremo tutto quello che c’è da fare, arriveremo a tutti i giudizi di questo mondo. Non ci fermeremo davanti a niente, perché qui si stanno aggirando le regole. Andremo avanti su quattro procure diverse, il Siena e le altre squadre faranno la stessa cosa. È troppo grossa questa cosa che sta succedendo, siamo pronti a bloccare tutti i conti della Figc “. Silenzio stampa da parte delle altre due società presenti, in attesa di comunicati ufficiali della Lega e della FIGC.

Una decisione come quella maturata nelle ultime ore, porterebbe la Lega a dover ritrattare anche per i diritti televisivi. Infatti, DAZN ha acquistato i diritti televisivi per il campionato di Serie B con 20 squadre partecipanti garantite. La strada di un campionato a 19, con 36 giornate a cui vanno aggiunti playoff e playout, sarebbe meno del minimo garantito in fase di vendita, quindi si potrebbe abbassare la cifra che il servizio streaming deve versare nelle casse del campionato cadetto per la trasmissione di tutti i match.

Maggiori dettagli si potranno sapere solo nelle prossime ore o nei prossimi giorni. Nel frattempo, si presume che i calendari potrebbero essere stilati lunedì 13 agosto, allontanando così l’incubo del rinvio dell’inizio di campionato.