È convocata alle 10.00 o, occorrendo, alle 12.00 l’Assemblea di Lega che deciderà come agire nei confronti di Sky.

La pay tv di Comcast non ha pagato l’ultima rata dei diritti tv della stagione 2019/2020, mentre ha già pagato la prima rata della stagione 2020/2021. Sky chiede uno sconto sul prezzo dei diritti in seguito alla rimodulazione del calendario (e delle fasce orarie) a causa del COVID.

Su Sky verte già un decreto ingiuntivo rilasciato dal Tribunale di Milano. La sentenza però non è esecutiva e per questo Sky Italia ha l’opportunità di opporsi tramite ricorso. La pay tv ha 40 giorni dal giorno della sentenza per presentare ricorso e quasi sicuramente se ne approfitterà, prendendosi del tempo. Nel frattempo, però, ha presentato ricorso contro la sentenza del Consiglio di Stato che blocca le esclusive web.

Le linee da seguire con la pay tv sono due: staccare il segnale, rischiando ricorsi infiniti, oppure cercare il dialogo.

Seguiremo live l’Assemblea di Lega e aggiorneremo questa pagina con le novità più importanti.


Aggiornamento ore 15.45: attraverso un comunicato stampa, la Lega Serie A fa sapere che non staccherà il segnale televisivo a Sky, al quale, però, viene intimato di pagare l’ultima rata dei diritti tv. Qua l’articolo completo.

- Pubblicità -