Colpo di scena poco prima dell’Assemblea che deciderà il futuro del massimo campionato calcistico italiano in tv. Secondo quanto riportato da Il Sole 24 Ore, Eleven Sports irrompe nel mercato dei diritti tv di Serie A portando ad un ribaltamento della situazione. Il servizio streaming internazionale che oggi distribuisce il canale tv della Serie C, si unisce a Sky e DAZN (con TIM alle spalle), offrendo 110 milioni di euro a stagione per la realizzazione del canale tematico della Serie A.

Per accettare l’offerta, però, i presidenti sarebbero obbligati ad assegnare i diritti tv a Sky, per poi interfacciarsi con Eleven Sports per il tanto reclamato canale della Lega. L’offerta complessiva, a questo punto, arriverebbe a 860 milioni di euro a stagione: 750 milioni da parte di Sky per tutta la Serie A su tutte le piattaforme e 110 milioni da Eleven Sports per il canale. Offerta complessiva di poco superiore a quella proposta dal binomio DAZN-TIM, ferme a 840 milioni di euro.

Le differenze delle due offerte sono sostanziali: mentre quella riguardante Sky-Eleven Sports potrebbe portare ulteriori guadagni ai club grazie agli abbonamenti al canale, quella DAZN-TIM sarebbe fissa per tutto il triennio.

L’entrata in scena di Eleven Sports porta inevitabilmente ad incertezze in Lega. I club sanno che assegnando i diritti all’asse Sky-Eleven Sports, riceverebbero immediatamente 500 milioni di euro come anticipo da Sky, mentre l’asse DAZN-TIM è sempre stato un passo avanti anche a livello di preferenze in Lega. Difficile, quindi, che domani si arrivi ad una decisione finale. Probabile un altro rinvio.

Altri contenuti