Caos diritti tv Serie A, decisione su Mediapro ancora rinviata

Diritti tv Serie A

In Serie A continua il caos più totale. Dopo l’assemblea di ieri, non è ancora stata presa una decisione sull’offerta di Mediapro. La società spagnola ha messo sul piatto più di un miliardo di euro, ma alcuni presidenti di Serie A sono ancora dubbiosi sull’offerta. L’offerta nel dettaglio non è ancora stata esaminata, mentre i presidenti hanno votato una controproposta della Lega. 10 ‘Si‘, 6 ‘No‘ e 3 astenuti, questo è il bilancio della votazione. I 10 ‘Si‘ sono sostanzialmente i club del “fronte Lotito“, i 6 ‘No‘ sono arrivati da Bologna, Juventus, Torino, Inter, Milan e Lecce, mentre Fiorentina, Roma e Napoli si sono astenuti. Assente il Sassuolo, per il lutto che ha colpito la famiglia Squinzi.

L’offerta di Mediapro, però, scade il 30 novembre. La decisione della Lega Serie A non dovrebbe arrivare prima del 16 dicembre, va quindi verificato che gli spagnoli restino disponibili ad accettare le condizioni della Lega tra tre settimane.

Parallelamente si sta lavorando anche sulla stesura del bando rivolto ai broadcast, obbligatorio per legge. Con 18 ‘Si’ (contrario solo il Napoli), l’assemblea ha approvato le linee guida da inviare alle Autorità.