Sono state rubate alcune chiavi che consentono la generazione del Green Pass europeo. La notizia arriva da un utente Twitter, reversebrain, esperto in sicurezza informatica ed ha fatto presto il giro del mondo.

Nella nottata, l’utente ha pubblicato una serie di tweet riportanti Green Pass verificati con l’app Verifica C19 intestati ad Adolf Hitler. I certificati pubblicati vengono correttamente riconosciuti dall’app utilizzata in Italia per la verifica della certificazione verde nonostante siano chiaramente falsi. Il fatto porta ad importanti pericoli per la salute pubblica.

Secondo quanto riportato da Zerozone.it, il furto delle chiavi non sarebbe avvenuto in Italia, bensì in Francia e Polonia. Le società certificartici coinvolte sarebbero la Cnam – Caisse Nationale d’Assurance Maladie, francese, e la Janssen – Cilag international, produttrice del vaccino iniettato in Polonia.

A livello europeo, i vari Paesi stanno già studiando la situazione per verificare i pericoli della fuga di chiavi.

Altri contenuti