Home News Diabete, una pillola di insulina può ritardarne gli effetti

Diabete, una pillola di insulina può ritardarne gli effetti

Diabete

Uno studio condotto dal JDRF, associazione di ricerca sul diabete giovanile, ha ottenuto buoni risultati, dimostrando che, in casi a rischio, la somministrazione di pillole di insulina può ritardarne gli effetti.

Cos’è il Diabete di tipo 1?

Il Diabete di tipo 1 è una malattia autoimmune, ovvero causata dal nostro sistema immunitario. In particolare colpisce le cellule beta del pancreas, deputate alla produzione di insulina. Questo è un ormone fondamentale per abbassare i livelli di zucchero nel sangue. Un paziente affetto da questa malattia necessita di insulina sintetica, che deve autoiniettarsi.

Risultati dello studio

Jessica Dunne, direttrice della ricerca ha dichiarato: “Siamo riusciti per la prima volta a dimostrare un ritardo nella progressione della malattia, ma i risultati devono essere replicati con altri studi

La ricerca è stata condotta su 560 bambini e adulti con parenti affetti dalla malattia in questione. I risultati più soddisfacenti sono stati ottenuti sui soggetti più a rischio. La malattia viene ritardata fino a due anni e mezzo. Il meccanismo con il quale avviene questo posticipo è semplice, ma efficace. L’insulina, assunta per bocca, arriva allo stomaco, dove viene assorbita come tutti i nutrienti. Il sistema immunitario degli affetti viene temporaneamente “ingannato”. L’ormone può quindi espletare la sua funzione più a lungo.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Exit mobile version