Foto: NASA/JPL

Il rover della NASA Perseverance è atterrato su Marte dopo un viaggio di sette mesi e sette anni di preparazione dell’intera missione. Il segnale del touchdown è arrivato sulla terra 11 minuti in ritardo a causa delle difficoltà di comunicazione tra il Pianeta Rosso e la Terra.

Il nuovo rover è pronto ad aprire una nuova pagina dell’esplorazione spaziale internazionale. La missione è destinata a cercare tracce di vita passata e a raccogliere i primi campioni del suolo marziano che nel 2031 saranno portati sulla Terra da una staffetta di missioni nella quale l’Italia, con l’Agenzia Spaziale Italiana ha un ruolo importante.

Un lungo applauso dal centro di controllo ha accompagnato l’arrivo su Marte del quinto rover della Nasa, che ha già inviato a Terra le prime immagini riprese poco prima di toccare il suolo (immagine di copertina).