AGCOM, altra stangata per gli operatori di telefonia fissa

Telefono fisso telefonia fissa

Entro fine anno, gli operatori di telefonia fissa dovranno restituire in bolletta i giorni “mangiati” agli utenti in seguito alla fatturazione a 28 giorni. La decisione arriva dal’AGCOM, che dispone il calcolo dei giorni di servizio impropriamente addebitati a partire dal 23 giugno 2017 fino alla data in cui è stata ripristinata la fatturazione mensile.

La decisione dell’AGCOM è valida anche per coloro che hanno effettuato il cambio operatore, per i quali il metodo di restituzione verrà definito a novembre. Tim, Vodafone, Wind-Tre e Fastweb potranno riconoscere il dovuto in più fatture, basta che sia riconosciuto il totale entro il 31 dicembre 2018.