HomeNewsAGCOM, altra stangata per gli operatori di telefonia fissa

AGCOM, altra stangata per gli operatori di telefonia fissa

Pubblicato il:

- Pubblicità -

Entro fine anno, gli operatori di telefonia fissa dovranno restituire in bolletta i giorni “mangiati” agli utenti in seguito alla fatturazione a 28 giorni. La decisione arriva dal’AGCOM, che dispone il calcolo dei giorni di servizio impropriamente addebitati a partire dal 23 giugno 2017 fino alla data in cui è stata ripristinata la fatturazione mensile.

La decisione dell’AGCOM è valida anche per coloro che hanno effettuato il cambio operatore, per i quali il metodo di restituzione verrà definito a novembre. Tim, Vodafone, Wind-Tre e Fastweb potranno riconoscere il dovuto in più fatture, basta che sia riconosciuto il totale entro il 31 dicembre 2018.

Ultimi articoli

NOW, il GP della Cina con tutti i vantaggi Sky Sport Plus

Su NOW arrivano i vantaggi Sky Sport Plus. Dalla Cina Extra Sam per seguire ogni momento della gara

Sky Sport, super weekend di motori con Formula 1 e molto altro

Da oggi a domenica un altro grandissimo weekend di motori sui canali Sky Sport ed in streaming su NOW

Pechino Express, i viaggiatori approdano in Sri Lanka

Pechino Express abbandona il Laos ed approda in Sri Lanka. Tappa da 170 km tra mille difficoltà

Servizi streaming, Netflix e Prime Video dominano il mercato

Netflix e Prime Video dominano il mercato streaming con rispettivamente il 30% e il 28% degli abbonati. Entrambi registrano un aumento nel primo trimestre.

altri articoli

Buona Pasqua da TeleDigitale

TeleDigitale augura una Buona Pasqua a tutti i suoi lettori e le rispettive famiglie. Cogliamo l’occasione di ringraziare...

Accordo Rai-Sky per Europa League e Internazionali di tennis

Rai e Sky raggiungono un accordo per portare l'Europa League ed il grande tennis degli Internazionali d'Italia in diretta in chiaro

Sicurezza aerea, 2023 da record: solo due incidenti fatali in un anno

Il 2023 segna un eccezionale anno senza incidenti fatali nell'aviazione commerciale. Nuovi aspetti a cui prestare attenzione