X Factor, Simone Ferrari: “Concorrenti al centro di tutto”

Simone Ferrari, nuovo direttore artistico X Factor

Simone Ferrari, nuovo direttore artistico di X Factor, racconta il futuro del programma a GQ: “Luca Tommassini ha portato un linguaggio internazionale nella tv italiana, una capacità che hanno davvero in pochissimi. Lo stimo molto per questo. Oltre ad avere una grandissima esperienza, i suoi punti di riferimento sono tutt’altro che scontati, anche se non abbiamo gli stessi gusti: lui ha caratterizzato X Factor con un mondo che gli appartiene molto, riconducibile al pop anni ’90 e primi Duemila. Io cerco un immaginario più attuale “.

Il cambiamento partirà dal palco, che cambierà: “Moltissimo, ma in modo graduale. Il programma deve essere riconoscibile per non disorientare il pubblico. Dopodiché il palco evolverà, lo immagino come un animale che respira “.

Al centro di tutto ci saranno i concorrenti. “Vorrei iniziare la 12/a edizione con una specie di dichiarazione: X Factor è lo show più figo della televisione. Sarà un’apertura in cui la musica avrà il ruolo di protagonista, anche fisicamente. Guest star? Vedremo. In realtà mi piacerebbe dare molto peso ai concorrenti. Vorrei che i primi minuti fossero dedicati a loro mentre prendono possesso del palco “.

Il neo direttore artistico ammette: “La poltrona scotta. Tommassini ha fatto X Factor per 10 anni, mentre in Inghilterra il direttore artistico cambia ogni due o tre, quindi il talent si è evoluto con lui, e viceversa. Non ci sarà alcuna competizione con Luca “.

Simone Ferrari ha 31 anni ed è il più giovane regista a vantare la realizzazione di una cerimonia olimpica. Annunciato dopo il passaggio di Luca Tommassini a Amici, il nuovo direttore artistico è pronto all’inizio della nuova stagione di X Factor. Le selezioni saranno trasmesse a partire da giovedì 6 settembre. Da ottobre i live show.