Home Blog Pagina 178

Game of Thrones, Paula Fairfield svela retroscena… piccanti

Game of Thrones Trono di Spade
Paula Fairfield svela dei segreti del dietro le quinte di Game of Thrones. La sound designer della serie spiega al pubblico come sono realizzate le voci dei draghi

Paula Fairfield, sound designer di ‘Game of Thrones è stata intervista da WNYC Radio. L’intervista, ripresa anche da Esquire e tradotta da Mondo Fox, riporta dei retroscena piccanti sulla serie tv più famosa al mondo, in modo particolare sulle voci dei draghi.

La sound designer della serie televisiva ha dichiarato che tutte le voci dei draghi arrivano dal regno animale, in genere uccelli, rettili e insetti. Diverso, invece, il discorso per Dragon, il più grande dei draghi di Daenerys: “A volte scelgo dei suoni particolari per mettere in risalto alcuni aspetti specifici di un personaggio. Nel caso di Drogon volevo che questa enorme creatura venisse considerata come una sorta di nuovo amante della regina dei Targaryen.

Paula Fairfield spiega: Ogni volta che Drogon fa le fusa a Deanerys è come se le guardasse il sedere e le facesse un complimento. Così ho deciso di campionare il suono di due tartarughe giganti durante l’accoppiamento. Il gemito del maschio, riveduto e corretto, è alla base della voce di Drogon.

Per concludere, dice: “La cosa divertente è osservare il pubblico di Game of Thrones che ridacchia senza sapere il perché ogni volta che sente le fusa di Drogon. Credo che questa sia una reazione abbastanza normale visto che l’essenza di quei suoni è sensuale e sessuale.

NBA: OCK e Warriors senza sosta, Beli fa 19 e Atlanta vince

NBA: OCK e Warriors senza sosta, Beli fa 19 e Atlanta vince
Una grande prestazione dei Warriors annienta gli Utah Jazz. Belinelli mette a segno 19 punti e trascina alla vittoria Atlanta. Sesta vittoria consecutiva per i Thunder

La tripla doppia di LeBron James non basta ai Cavaliers, vittoria a sorpresa di Sacramento. Non si fermano OCK e Golden State. Sesto successo consecutivo per i Thunder che vincono contro i Raptors. Per i Warriors ennesima vittoria, questa volta ai danni degli Utah Jazz.

Rialza la testa Boston che, dopo il passo falso di Natale, si porta a casa la vittoria contro Charlotte. Belinelli porta Atlanta alla vittoria. L’italiano fa 19 e chiude la porta in faccia ai Washington Wizards.

Per Indiana e Lakers sconfitte casalinghe da Dallas e Memphis.

Tutti i risultati della notte

Oklahoma City Thunder-Toronto Raptors 124-107

Sacramento Kings-Cleveland Cavaliers 109-95

Golden State Warriors-Utah Jazz 126-101

Charlotte Hornets-Boston Celtics 91-102

Atlanta Hawks-Washington Wizards 113-99

New Orleans Pelicans-Brooklyn Nets 128-113

Chicago Bulls-New York Knicks 92-87

Indiana Pacers-Dallas Mavericks 94-98

Los Angeles Lakers-Memphis Grizzlies 99-109

 

Sicurezza auto 2017: bocciata Fiat Punto, meglio Alfa Romeo

Sicurezza auto 2017: bocciata Fiat Punto, meglio Alfa Romeo
Mai come ora si guarda molto alla sicurezza della vettura che si va a comprare. L’Euro NCAP ha svolto degli studi per aiutare a capire quali sono le auto più sicure in circolazione. Tra le tante bene Volkswagen e Alfa Romeo, male la Fiat Punto

È appena passato il Natale e ora ci siamo addentrati nell’ultima settimana del 2017. Come da tradizione, ogni anno che termina si porta dietro numeri e statistiche di varie tipologie. Oggi vogliamo parlare della sicurezza delle auto nel 2017.

Nel corso dell’anno, l’European New Car Assessment Programme ha stilato una classifica sulle auto più sicure in circolazione. Per rilasciare questi risultati, oltre 17 vetture diverse hanno affrontato vari test nel quale venivano controllati vari parametri. Tra questi troviamo: sicurezza degli adultidei bambini e dei pedoni, oltre ai sistemi di sicurezza nell’equipaggiamento. Le valutazioni sono state eseguite sui modelli di base, tranne in poche occasioni dove venivano confrontati sia i modelli base, sia quelli accessoriati del pacchetto sicurezza.

Tra le auto più sicure in circolazione troviamo la Volkswagen Golf, la Toyota Yaris, la Volvo XC60 e la Hyundai KONA. Queste sono solo alcune delle automobili più sicure. Molte delle case automobilistiche presenti tra i nomi sopra riportati, vantano altri modelli della flotta con un punteggio eccellente, come per esempio la Volkswagen con PoloT-Roc.

Per quanto riguarda le auto di origine italiana, tra le tante, troviamo un punteggio eccellente per l’Alfa Romeo Stelvio, 5 stelle, leggermente peggiore quello della Mito, con sole 3 stelle. Male, malissimo la Fiat Punto, che ottiene zero stelle in fatto di sicurezza. Il modello della casa torinese viene penalizzato dall’assenza di aiuti alla guida, quali limitatore di velocità o segnale di allacciamento delle cinture, presente solo per il sedile del guidatore.

Fino ad ora, grazie a questi studi sono state salvate oltre 78000 vite. Per eseguire queste ricerche sono state utilizzate 1.800 vetture provate nei crash test e sono stati spesi oltre 160 milioni per migliorare la sicurezza delle auto. Tutti i risultati della ricerca sono disponibili sul sito internet ufficiale dell’European New Car Assessment Programme.

Need for Speed Payback, la nostra recensione

Need for Speed Payback, la nostra recensione

Need for Speed Payback è stato il titolo più atteso da parte degli appassionati della serie. Il nuovo capitolo promette molto bene e Electronic Arts ha dimostrato di aver fatto un gran lavoro sul gioco.

Trama

La trama del gioco si basa su tre personaggi principali: Tyler Morgan, Sean McAlister e Jessica Miller, i quali mettono a segno qualche colpo rubando auto di alto valore. La loro ultima impresa era quella di rubare ai più ricchi di Fortune Valley, però in seguito al tradimento di una collaboratrice, Lina Navarro, Tyler e compagnia si ritrovano inseguiti dalla polizia. A quel punto il protagonista non ha alternative ed è costretto a stringere un patto con l’uomo che voleva derubare per mettersi contro la Loggia. Per questo motivo, Tyler, decide di riunire la banda.

Gameplay

All’inizio del gioco troviamo una clip iniziale che ci accompagnerà nell’introduzione della storia e ci farà provare tutti e tre i personaggi presenti. Tyler è l’esperto delle gare di velocità, Sean lo useremo per le gare di derapata, mentre Jessica è l’esperta delle fughe dalla polizia. Le auto acquistabili nel gioco saranno suddivise in cinque categorie: corsa, accelerazione, derapata, fuoristrada e fuga. A seconda degli eventi che andremo a svolgere, possiamo comprare un’auto specializzata nella categoria apposita.

[amazon_link asins=’B072JGSZW7′ template=’ProductAd’ store=’teledigitalem-21′ marketplace=’IT’ link_id=’5284d1ca-ea32-11e7-8545-8583a883cf2e’]Gli inseguimenti della polizia sono diventati più cruenti. Le auto delle forze dell’ordine ci tartasseranno a non finire, finendo quasi per catturarci. Ai limiti con la realtà gli effetti che producono danni strutturali all’auto nel corso dell’inseguimento.

Nelle gare troviamo un buon senso di realtà. Troviamo, però, un fastidioso effetto elastico che ci permette di fare rimonte incredibili nonostante il grosso vantaggio. Ad ogni vittoria ci verrà fornita una card che ci aiuterà a potenziare la nostra auto. I potenziamenti potremmo acquistarli anche nelle officine, pagando con i crediti guadagnati nelle corse.

La mappa è vastissima e ci offre eventi di tutti i tipi. Molto buona la sua struttura. Oltre a essere molto vasta è anche molto reale. Quando usciremo dalla città troveremo posti desertici o poco abitati, proprio come nelle province reali.

All’interno del gioco tutti i dialoghi sono in lingua italiana, una buona funzione per chi non conosce altre lingue. Talvolta, specialmente nel corso delle gare, vengono fatti dialoghi che possono sembrare superflui.

Conclusioni

Need for Speed Payback è sicuramente uno dei migliori titoli della saga. Il video giocatore ci potrà passare ore senza mai annoiarsi. Grazie al lavoro degli sviluppatori, il nuovo capitolo presenta una miriade di eventi, fornendo sempre un’avventura inedita al giocatore.

Il gioco è disponibile su Amazon al costo di 49,90 euro. Il rapporto qualità-prezzo lo trovo buono, visto il lavoro e la cura con cui è stato sviluppato il gioco.

Sulla falsa riga di Carbon, a mio dire miglior capitolo Need for Speed, Payback è sicuramente il migliore della saga disponibile per console next gen.

NBA, Christmas Day: Houston k.o. con OCK, ok Golden State

OCK continua la serie di successi, questa volta ai danni dei Rockets. Golden State domina su Cleveland. Lakers sconfitti in casa da Minnesota

Houston perde ancora, questa volta contro OCK. Per i Rockets terza sconfitta di fila dopo la serie consecutiva di quindici vittorie. Bene i Thunder che portano a casa un risultato importantissimo, il quinto consecutivo.

Boston sconfitta da Washington in casa. Natale amaro per i Celtics che giocavano in casa per la prima volta il giorno di Natale. Philadelphia interrompe il periodo negativo e espugna il Garden, dove i Knicks avevano vinto le ultime cinque gare.

Sconfitta per i Lakers in casa. Minnesota si porta a casa il match per 121-104. Vince Golden State contro Cleveland. I padroni di casa dominano grazie ad una prestazione ottima di Kevin Durant che realizza 25 punti e 5 stoppate.

Tutti i risultati della notte

Los  Angeles Lakers-Minnesota Timberwolves 104-121

OCK Thunder-Houston Rockets 112-107

Boston Celtics-Washington Wizards 103-111

Golden State Warriors-Cleveland Cavaliers 99-92

New York Knicks-Philadelphia 76ers 98-105

Sacramento Kings-San Antonio Spurs 99-108

 

Call Of Duty World War II, la nostra recensione

Call Of Duty World War II, la nostra recensione

Call of Duty World War II è il nuovo titolo di Sledgehammer in collaborazione con Activision. Dopo anni in cui la casa produttrice ha sviluppato giochi ad ambientazione futuristica, si ritorna alla seconda Guerra Mondiale.

La campagna

La storia vede come protagonista il soldato Ronald Daniels, facente parte della fanteria degli Stati Uniti. [amazon_link asins=’B075F935B8′ template=’ProductAd’ store=’teledigitalem-21′ marketplace=’IT’ link_id=’fdc814a5-e8a7-11e7-87f4-2909704750a0′]Iniziamo in Normadia, sede dell’omonimo sbarco, dove gli americani fecero il loro ingresso nella guerra in Europa. Mano a mano che la campagna avanza passeremo dalla Francia alla Germania. Lo sviluppo della storia, come la grafica rimangono molto fedeli allo stile della saga, puntando sul patriottismo e l’eroismo degli Alleati.

Una novità introdotta nel gioco è la rimozione della rigenerazione automatica della salute. Questo sistema è stato sostituito con l’utilizzo di kit medici. Un ulteriore cambiamento riguarda la necessità di stare il più possibile col proprio plotone senza allontanarsi troppo dai commilitoni.

Il multiplayer di Call of Duty

Il multiplayer, sempre molto coinvolgente e competitivo, mantiene la struttura di base con mappe piccole, tanta azione e molte novità. Prima tra tutte troviamo l’introduzione di una zona Social Online, nella quale si possono eseguire gli obbiettivi settimanali, formare squadre per le partite multiplayer e per Nazi Zombies. Altra novità sono le emote che si potranno sia nella zona social sia nell’interfaccia di caricamento delle partite multiplayer.

Conclusioni

Storicamente questa saga ha sempre puntato molto sull’online e anche in questo titolo riescono perfettamente nell’intento. Le partite multiplayer sono rapide e competitive, ma, a nostro parere, mancano modalità con un alto numero di giocatori che sarebbero perfette per la seconda Guerra Mondiale. La campagna, molto avvincente e coinvolgente, ha una durata di circa 7 ore, ma manca un po’di originalità.

 

NBA: Denver ferma i Warriors, Clippers sconfitti da Memphis

NBA: Denver ferma i Warriors, Clippers sconfitti da Memphis
Per Golden State si ferma il filotto di undici vittorie consecutive, Denver si impone sui Warriors. Bene OKC, Boston e Indiana. Vittoria anche per Atlanta

L’attacco tradisce Golden State. I Warriors cadono contro Denver con il minimo stagione di punti, 82. I Nuggets fanno il pieno dei punti, interrompendo la strisci positiva di 11 vittorie dei padroni di casa.

Russell Westbrook guida alla Vitoria OKC, la decima nelle ultime tredici gare. Torna al successo anche Boston che sconfigge Chicago. Per Toronto sesta vittoria consecutiva, questa volta contro Philadelphia. Indiana vincente contro Brooklyn al supplementare.

Dopo una gara spettacolare, Belinelli regala solo 2 punti ad Atlanta, che però porta a casa la vittoria contro Dallas. Cadono i Clippers con Memphis.

Tutti i risultati della notte

Indiana Pacers – Brooklyn Nets 123-119 (OT)

Washington Wizards – Orlando Magic 130-103

Charlotte Hornets – Milwaukee Bucks 111-106

Atlanta Hawks – Dallas Mavericks 112-107

Boston Celtics – Chicago Bulls 117-92

Miami Heat – New Orleans Pelicans 94-109

Utah Jazz – Oklahoma City Thunder 89-103

Memphis Grizzlies – Los Angeles Clippers 115-112

Golden State Warriors – Denver Nuggets 81-96

Phoenix Suns – Minnesota Timberwolves 106-115

Los Angeles Lakers – Portland Trail Blazers 92-95

Sacramento Kings – San Antonio Spurs 99-108

Mediaset presenta la propria offerta per i Mondiali 2018

Mediaset presenta la propria offerta per i Mondiali 2018
Per la prima volta tutti i 64 match saranno trasmessi in diretta sulle reti generaliste. Grazie a Mediaset Premium, i Mondiali si potranno seguire con la tecnologia del 4K

Dopo aver acquistato i diritti televisivi in esclusiva, Mediaset ha presentato la propria offerta per i Mondiali che si giocheranno in Russia nel 2018.

Per la prima volta saranno trasmesse in modo integrale e completamente gratuito tutte le partite dei Mondiali. I 64 match si potranno seguire sulle reti generaliste Mediaset (Rete 4, Canale 5 e Italia 1). In occasione della competizione, il gruppo milanese creerà un canale apposito dedicato 24 ore su 24 a Russia 2018.

Le partite saranno trasmesse in simulcast sui canali Mediaset Premium, dove saranno disponibili tutte in HD. Il match in prima serata sarà sempre trasmesso in 4K sul canale Premium Sport 4K, nel bouquet della pay-tv terrestre.

L’impegno del Biscione sarà anche on demand, grazie a contenuti esclusivi e un’app completamente dedicata alla competizione.

Su Radio 105, invece, ci saranno programmi dedicati accompagnati da un palinsesto creato su misura dei Mondiali.

NBA: Belinelli non salva Atlanta, Golden State in vetta

NBA: Belinelli non salva Atlanta, Golden State in vetta
I 27 punti dell’italiano non salvano gli Hawks. Golden State conquista la vetta a ovest grazie alla seconda sconfitta di fila dei Rockets

Si riprende la vetta Golden State che, grazie alla sconfitta di Houston, riaggancia la vetta. Per i Warriors vittoria in volata contro i Lakers. Rockets a tappeto contro i Clippers. Per Houston seconda sconfitta consecutiva dopo una serie positiva di oltre quindici vittorie consecutive.

Un grande Belinelli non salva Atlanta. Nonostante i 27 punti dell’italiano, gli Hawks vengono sconfitti da Oklahoma.

Risultati positivi anche per Detroit e Milwaukee, che vincono contro New York Knicks e Charlotte Hornets.

Tutti i risultati della notte

Houston Rockets-Los Angeles Clippers 118-128

Milwaukee Bucks-Charlotte Hornets 109-104

Detroit Pistons-New York Knicks 104-101

Orlando Magic-New Orleans Pelicans 97-111

Brooklyn Nets-Washington Wizards 119-84

Miami Heat-Dallas Mavericks 113-101

Portland Trail Blazers-Denver Nuggets 85-102

Oklahoma City-Atlanta Hawks 120-117

Golden State Warriors-Los Angeles Lakers 113-106

Playoff NFL, una situazione ancora in bilico

Playoff, pronostici su quali squadre vi potranno accedere
Con la sedicesima settimana alle porte la situazione riguardo le qualifiche ai playoff è ancora da delineare. Le wild cards sono ancora molto incerte, in quanto ritroviamo numerose squadre in coda ancora in tempo per entrarvi

New England Patriots e Pittsburgh Steelers già qualificati ai divisonal round di AFC, Philadelphia Eagles e Minnesota Vikings per la divisione NFC.

In AFC i Jaguars con 10 vittorie e 4 sconfitte sono i primi delle Wild Cards seguiti da Bills, Titans e Chiefs a pari merito con 8 vittorie e 6 sconfitte.

In NFC a pari merito con 10 vittorie e 4 sconfitte ci sono i Rams, Saints e Panthers seguiti dai Falcons con 9 vittorie e 5 sconfitte.

La situazione attuale dei playoff risulta essere molto in bilico. I Ravens, ritrovandosi subito in coda ai Bills, hanno la possibilità di entrare nelle wild cards con 8 vittorie e 6 sconfitte. Dall’altra parte la qualifica dei Falcons è a rischio. Pronti a prendere il posto di Atlanta ci sono Lions, Seahawks e Cowboys con un rapporto di 8 vittorie e 6 sconfitte.

CHOOSE YOUR LANGUAGE

- Pubblicità -

ARTICOLI POPOLARI

- Pubblicità -

ARTICOLI RECENTI

- Pubblicità -

ARTICOLI PIÙ COMMENTATI