23.6 C
Milan
6:22, 24 Luglio 2019
Home Blog

Android, rimosse dal Play Store sette app: spiavano gli utenti

Google rimuove dal suo negozio digitale sette app ‘stalker’, spiavano e tracciavano dati all’insaputa degli utenti ed erano tutte progettate da uno sviluppatore russo. In totale le applicazioni – come spiegano i ricercatori di Avast che le hanno scoperte e segnalate alla società californiana – hanno registrato circa 130.000 installazioni.

Le applicazioni spia rimosse sono: Track Employees Check Work Phone Online Spy Free, Spy Kids Tracker, Phone Cell Tracker, Mobile Tracking, Spy Tracker, Sms Tracker, Employee Work Spy. Le più scaricate sono risultate Spy Tracker e Sms Tracker con 50.000 installazioni ciascuna. Una volta installate le applicazioni raccoglievano ed inviavano i dati relativi a posizione, contatti, registro delle chiamate e messaggi di testo.

Il soggetto monitorato era all’oscuro di tutto, anche perché sul telefono non compariva nessuna icona visibile dell’app. “Queste app non sono etiche e sono problematiche per la privacy delle persone, non dovrebbero trovarsi nel Play Store di Google perché promuovono condotte criminali e possono essere usate da datori di lavoro, stalker o partner per spiare le loro vittime“, spiega Nikolaos Chrysaidos, capo della sicurezza ‘mobile’ di Avast.

Tomorrowland, al via oggi il festival con i migliori DJ internazionali

È tempo di Tomorrowland! Inizia oggi il primo weekend del festival di musica elettronica più conosciuto al mondo. Sul palco saliranno i migliori DJ internazionali, come Hardwell, Steve Aoki, Dimitri Vegas & Like Mike, Martin Garrix e Armin Van Buuren. Attesi, come la scorsa edizione, quasi 400 mila spettatori nel corso dei due weekend.

Dopo Tomorrowland Winter, il magico mondo di Tomorrowland riapre le porte al pubblico. Cambia la scenografia, passando dai fondali marini ai libri. Infatti, questa edizione del Festival è chiamata “The Book of Wisdom – The Return“, tradotto “Il Libro della Saggezza – Il ritorno”. Vi sveliamo in anteprima che il palco sarà quindi una sorta di “muro di libri”, tutti, ovviamente, a marchio Tomorrowland.

Ad aprire le danze sarà Carl Cox, alle 12 sul MainStage. Sui sedici diversi palchi si alterneranno artisti di diverse etichette discografiche. La Lineup ufficiale dell’evento si può consultare sul sito ufficiale.

L’intero evento sarà trasmesso anche in live streaming su YouTube. La diretta partirà alle ore 17 su Tomorrowland TV e sarà un mix tra i sedici palchi del festival. Nelle ore serali maggiore attenzione sarà data al MainStage, che vedrà i big della musica elettronica.

Il Festival si potrà seguire anche attraverso la radio ufficiale: la One World Radio.

DAZN, dal 1° agosto arrivano in streaming i canali Eurosport

DAZN, il servizio internazionale di streaming live e on demand interamente dedicato allo sport, e Discovery, leader globale nell’intrattenimento di qualità, annunciano un accordo di distribuzione che vedrà Eurosport 1 HD e Eurosport 2 HD entrare a far parte dell’offerta di DAZN destinata agli appassionati di sport in Italia, Austria, Germania e Spagna, a partire dal 1° agosto 2019.

Eurosport, destinazione sportiva numero uno in Europa, detiene i diritti a livello paneuropeo di alcuni fra i più grandi eventi sportivi al mondo, come Giro d’Italia, Tour de France, Vuelta e le Grandi Classiche di ciclismo, Australian Open, Roland Garros e US Open di tennis, Formula E, 24 Ore di Le Mans, campionato WTCR di motori e le principali discipline invernali. A cui si aggiungono, per il mercato italiano, i diritti Lega Basket Serie A, l’Eurolega e le altre competizioni europee di basket che, oltre alla trasmissione dei migliori match sui due canali, continueranno ad essere disponibili integralmente su Eurosport Player.

Eurosport è inoltre “Home of the Olympics” in Europa, dove detiene i diritti media di Tokyo 2020, Pechino 2022 e Parigi 2024 in più di 50 mercati*.

Il nuovo accordo contribuisce ad ampliare l’offerta di eventi sportivi premium di DAZN, che già include in Italia: 3 match per ogni giornata di Serie A TIM, tutta la Serie BKT, il calcio internazionale con Liga, Ligue 1, FA Cup, EFL Cup, Eredivisie, Copa Libertadores, i motori con WRC, IndyCar e NASCAR, gli sport americani con NFL e MLB, la grande boxe, le MMA di UFC e Bellator, oltre alle principali competizioni europee di rugby e pallavolo. Gli appassionati italiani di sport avranno la possibilità di usufruire della sempre più ampia offerta di DAZN al prezzo invariato di 9,99 euro al mese.

Veronica Diquattro, Executive Vice President Southern Europe di DAZN, afferma: “L’accordo siglato con Discovery per i contenuti Eurosport in quattro mercati europei, definisce ancora meglio l’impegno di DAZN nel portare i grandi eventi sportivi ad un numero sempre maggiore di tifosi e appassionati, facilmente e a un prezzo accessibile. Al nostro debutto in Italia, quasi un anno fa, gli italiani ci hanno scelto soprattutto per il calcio. Oggi, anche grazie a questo accordo, possiamo proporre ai nostri utenti una ricca offerta che include sempre più sport, con alcune tra le più emozionanti competizioni a livello mondiale, e sempre allo stesso prezzo. Siamo felici di questa partnership e lavoreremo per renderla ancora più forte.

Alessandro Araimo, Amministratore Delegato Discovery Italia, dichiara: “Siamo lieti di annunciare una partnership che estende ulteriormente la distribuzione dei canali Eurosport in Italia e permette di raggiungere ancora più spettatori con i grandi eventi sportivi presenti nella nostra ricca offerta. Parallelamente, per tutti gli appassionati che vogliono vivere un’esperienza ancora più ampia, completa e immersiva, continueremo a sviluppare il nostro servizio OTT Eurosport Player.

L’accordo di distribuzione non include Eurosport Player

Rugby, su Rai 2 tre dei quattro test match della Nazionale

La Rai e la Federazione Italiana Rugby estendono i confini della propria collaborazione riportando in Tv la Nazionale dell’ovale, sulla strada che porta gli Azzurri di Conor O’Shea verso la Rugby World Cup giapponese di settembre.
È stato raggiunto infatti l’accordo per la messa in onda, in diretta su Rai 2, di tre dei quattro incontri che vedranno Parisse e compagni protagonisti in vista della rassegna iridata: il test-match del 10 agosto all’Aviva Park di Dublino contro l’Irlanda (in programma alle ore 14.00), il Cattolica Test Match contro la Russia a San Benedetto del Tronto (calcio d’inizio ore 18.25) e il derby latino del 30 agosto, alle 21.10, allo Stade de France di Saint Denis contro la Francia sono tutti inseriti nel palinsesto estivo di Rai 2, per una copertura senza precedenti del cammino azzurro verso la nona edizione dei Mondiali. 

Alfredo Gavazzi, Presidente della Federazione Italiana Rugby, ha commentato: “L’accordo con RAI, che già ha portato su Rai Sport+HD le fasi finali del massimo campionato Peroni TOP12, e che ora si estende agli incontri di preparazione mondiale dell’Italrugby, confermano l’impegno della Federazione a garantire la massima diffusione del nostro sport presso il grande pubblico. Siamo entusiasti di riportare l’Italia in diretta in chiaro su uno dei canali nazionali di maggiore visibilità, un ritorno che non potrà che giovare alla promozione del rugby. Ci aspettano mesi entusiasmanti e siamo felici di poterli condividere con il maggior numero di sostenitori, vecchi e nuovi, della nostra Nazionale”. 

Fabrizio Salini, Ad Rai, ha aggiunto: “Siamo particolarmente felici di questo accordo, che riporta, dopo tanti anni, uno sport nobile come il rugby, ai massimi livelli, espressi dalla Nazionale, sui nostri canali generalisti. Il rugby è, da sempre, considerato lo sport “etico” per definizione, inclusivo e sociale come nessun altro: è quindi perfettamente in linea con il nostro ideale di una tv fatta per includere e non per escludere. Siamo fiduciosi che questo possa essere solo il primo passo di una lunga e proficua collaborazione con la Federazione Italiana Rugby”.

Tv, molte le offerte Prime Day per il passaggio al DVB-T2

Il Prime Day di Amazon sta per terminare, ma allo stesso tempo regala agli utenti molte possibilità per il passaggio alla nuova tecnologia di trasmissione che entrerà nelle case degli italiani, gradualmente, dai prossimi anni.

Come vi abbiamo spiegato in un precedente articolo, dal 2020 le trasmissioni televisive inizieranno ad essere esclusivamente con lo standard DVB-T2. Per questo, chi non è dotato di nuovi apparecchi televisivi, sarà costretto ad acquistare un nuovo televisore oppure un nuovo decoder adatto alla ricezione dello standard DVB-T2.

Oggi, ultimo giorno di Prime Day, su Amazon sono disponibili molte offerte a prezzi molto convenienti. Sotto riportiamo alcune offerte che abbiamo selezionato per i nostri lettori.

Gli utenti con un AdBlocker attivo sul proprio browser potrebbero non riuscire a vedere le offerte, pertanto invitiamo a sospendere momentaneamente il blocco.

Queste sono solo alcune delle offerte che abbiamo selezionato. Per guardare tutte le altre offerte vi invitiamo a visitare la pagina del Prime Day.

Chernobyl, liquidatore si toglie la vita dopo aver visto la serie tv

Un liquidatore di Chernobyl si è tolto la vita dopo aver visto la serie tv sul disastro nucleare. A riportare la notizia è il Daily Mail. Nagashibay Zhusupov, 61 anni, è stata una di quelle persone che hanno lavorato sul reattore 4 della centrale di Chernobyl.

Contadino del Kazakistan, viene chiamato dal governo per andare a lavorare sul sito del disastro nucleare, dove svolse il lavoro di liquidatore per la decontaminazione dell’edificio e del sito del reattore. Tornato in patria, Zhusupov non fu trattato, come promesso, come eroe. Lui e la sua famiglia furono sistemati in un dormitorio con una pensione umiliante, 39 euro a settimana.

Nel giugno scorso non ha resistito al dolore procurato dalla serie tv, che gli ha creato dei ricordi dolorosi, per questo si è buttato dal quinto piano di un edificio ad Aktobe in Kazakistan.

Amazon, le 20 offerte più gettonate del primo giorno di Prime Day

È tempo di Prime Day, milioni di utenti stanno, in queste ore, acquistando milioni di prodotti sul sito e-commerce più famoso del mondo.

Il primo dei due giorni di Prime Day si è appena concluso e Amazon ha pubblicato le 20 offerte più scelte dagli utenti. Ecco la Top 10 delle categorie di acquisti:

  1. Samsung: TV e Soundbar
  2. Notebook
  3. Prodotti Apple
  4. Smartphone Huawei
  5. iRobot
  6. Fotocamere Sony
  7. Prodotti Garmin
  8. Prodotti per la casa intelligente
  9. Smartphone Samsung
  10. Prodotti per la casa

Il Prime Day è ancora in corso. Gli utenti iscritti ad Amazon Prime potranno usufruire degli sconti fino alle 23.59 di oggi. Chi non è abbonato ad Amazon Prime può sfruttare il periodo di prova gratuito di 30 giorni.

Vodafone, ancora aumenti. +2,99 euro alla rete fissa

Vodafone continua con gli aumenti. Dopo le già annunciate rimodulazioni di luglio e agosto, Vodafone ha comunicato che dal 9 settembre 2019, per alcuni clienti di rete fissa, il prezzo mensile aumenta di 2,99 euro.

I clienti interessati alla modifica contrattuale vedranno la comunicazione in fattura. Chi non accettasse la rimodulazione può utilizzare il diritto di recesso gratuito senza penali né costi di disattivazione fino all’ultimo giorno di validità delle precedenti condizioni. La richiesta di recesso può essere inoltrata attraverso:

  • variazioni.vodafone.it
  • negozi Vodafone
  • inviando una raccomandata A/R a:
    Servizio Clienti Vodafone,
    casella postale 190 – 10015 Ivrea (TO)
  • scrivendo via PEC a disdette@vodafone.pec.it
  • chiamando il 190

comunicazione vodafone informa

A partire dal 9 settembre 2019 il costo di alcune offerte di rete fissa aumenterà di 2,99 euro al mese, consentendoci di continuare a investire sulla rete per offrire ai nostri clienti la massima qualità dei nostri servizi.
A partire dal 13 luglio, i clienti interessati dalla modifica ne riceveranno la comunicazione in fattura. Se non la accetteranno, ai sensi dell’art. 70 comma 4 del Decreto legislativo 1° agosto 2003 n. 259, della Delibera 519/15/CONS e delle Condizioni Generali di Contratto, potranno recedere dal contratto o passare ad altro operatore mantenendo il loro numero senza penali né costi di disattivazione fino all’ultimo giorno di validità delle precedenti condizioni, indicato nella stessa comunicazione, specificando come causale del recesso “modifica delle condizioni contrattuali”.
Potranno esercitare il diritto di recesso, senza costi aggiuntivi diversi da quelli eventualmente legati al metodo scelto, su variazioni.vodafone.it, nei negozi Vodafone, inviando una raccomandata A/R a Servizio Clienti Vodafone, casella postale 190 – 10015 Ivrea (TO), scrivendo via PEC a disdette@vodafone.pec.it o chiamando il 190, specificando la causale sopraindicata. Potranno infine scegliere se pagare le eventuali rate residue del costo di attivazione e/o del/i dispositivo/i associato/i a tale offerta in un’unica soluzione o con la stessa cadenza e con lo stesso metodo di pagamento precedentemente indicati, comunicandolo nella richiesta di recesso.

Formula 1, che gara a Silverstone! Hamilton vince davanti al pubblico di casa

Mamma mia che gara! Ci viene da iniziare così l’articolo dopo la fine del GP di Silverstone, forse la migliore gara del campionato di Formula 1 fino ad ora disputato.

Bottas parte in pole position, seguito da Hamilton e Leclerc. La partenza mantiene invariate le prime tre posizioni, mentre recupera qualche posizione Sebastian Vettel. La gara è combattuta fin dalle prime curve, con Leclerc che deve difendersi da un infuocato Verstappen.

Al 15° giro Leclerc e Verstappen vanno insieme ai box. Con un pit stop più veloce di un decimo, la Red Bull riesce a stare davanti alla Ferrari, ma la lotta non è per niente terminata. Vettel nel frattempo riesce a raggiungere la terza posizione e preservare le gomme rosse. Infatti, in poche curve il monegasco riprende la posizione sull’olandese. Al 20° Giovinazzi va dritto nella giaia e non riuscendo a uscire è obbligatorio far entrare la Safety Car. Hamilton rientra subito per il cambio gomme, dopo di lui anche Vettel e Verstappen. La Ferrari non richiama subito Leclerc, per lasciarlo dentro ancora un giro. Al cambio gomme, dopo il secondo giro di Safety, il monegasco perde due posizioni: una su Verstappen e l’altra su Gasly.

Le Mercedes, incontrastate, volano verso l’ennesima doppietta, nel frattempo Vettel, terzo, deve controllare gli specchietti dove c’è Verstappen. Al 37° giro l’olandese della Red Bull sorpassa Vettel, che nella curva successiva tenta di restituire il sorpasso, tamponando la Red Bull davanti a lui. A giovarne è Leclerc che riguadagna la terza posizione, Verstappen rientra quinto mentre Vettel è costretto al pit-stop, dopo il quale rientra ultimo. Al tedesco di rosso vestito anche 10 secondi di penalità per aver causato una collisione.

La gara termina così, con l’ennesimo stra dominio della Mercedes. Hamilton vince davanti al pubblico di casa, per la sesta volta in carriera. Secondo Bottas, terzo Leclerc.

Bello, a fine gara, il gesto di Vettel. Il pilota della Ferrari ha parcheggiato la macchina e atteso il rivale Verstappen per chiedergli scusa. Il GP di Silverstone termina con una stretta di mano tra i due.

Serie A, con Mediapro sarebbe una rivoluzione totale. Ecco la proposta ufficiale degli spagnoli

Pochi giorni fa, Mediapro ha formalizzato la proposta ufficiale per i diritti televisivi di Serie A 2021/2024. Sul piatto ci sono oltre 1,3 miliardi di euro a stagione, con possibilità di guadagno superiori.

La proposta di Mediapro è tutt’ora in corso di discussione con la Lega di Serie A che nel corso dell’ultima Assemblea ha deciso di trattare con il colosso televisivo spagnolo.

Ciò che vorrebbe fare Mediapro è la creazione del canale tematico della Serie A. Un canale live 24 ore su 24, con partite in diretta, approfondimenti e video archivi delle 20 squadre del massimo campionato italiano. La Lega Serie A sarebbe la completa padrona del canale, mentre Mediapro offrirebbe il supporto tecnico. Infatti, alla Lega aspetterebbero le scelte editoriali e quelle relative al palinsesto.

A Mediapro aspetterebbe invece la parte riguardante i servizi tecnici e quelli pubblicitari. Gli spagnoli avrebbero anche il compito di valorizzare al massimo le entrate del canale, mettendo in atto le migliori strategie di mercato per attirare il pubblico.

L’idea è quella di vendere il canale sia alle televisioni, che a quel punto non dovrebbero far altro che prendere un canale già pieno di contenuti editoriali e ritrasmetterlo, sia direttamente al cliente, che in questo modo può usufruire dei contenuti del canale della Serie A senza obblighi di abbonamenti a pay tv o servizi a pagamento.

Nell’offerta che ha presentato il colosso spagnolo, però, c’è un dettaglio non da poco che ha fatto tentennare alcuni club. Infatti, nella proposta di Mediapro ci sono alcuni vincoli e penali. I diritti televisivi sarebbero automaticamente rinnovati anche per il triennio successivo e sarebbero previste delle penali in caso di impedimento normativo (30 milioni per 3 anni) o di vendita dei diritti tv alle televisioni (25 milioni per ciascuna delle 6 stagioni). Su questo, pensiamo, stanno trattando i club. La proposta di Mediapro era valida fino al 10 luglio, tuttavia la società spagnola si è detta pronta a prorogare il termine della scadenza.

Quello che sarà dei prossimi diritti televisivi si saprà nei mesi a venire. Qualora la Lega accettasse la proposta degli spagnoli, Sky e DAZN sarebbero completamente tagliate fuori dai giochi. Certo è che le due aziende non starebbero ferme immobili e, probabilmente, il tutto finirebbe sui tavoli dei tribunali. Nel frattempo, Sky si è detta pronta a continuare a investire sul calcio italiano, non specificando eventuali offerte. Niente di ufficiale ancora, anche in attesa di vedere come si comporteranno i club con Mediapro. Ulteriori notizie ed eventuali novità potrebbero arrivare già nel corso delle prossime assemblee.

ARTICOLI POPOLARI

ARTICOLI RECENTI

ARTICOLI PIÙ COMMENTATI